Sinergia tra Sibillini e Sirente Velino per aiutare il camoscio


Tratto da: Il Portale del Camoscio appenninico

camoscio

Per la prima volta un camoscio appenninico, proveniente dall’area faunistica di Bolognola (Macerata), sita nel Parco Nazionale del Monti Sibillini, è stato trasferito a sostegno e rafforzamento della nuova colonia (la quinta), che solo pochi mesi è stata fondata nel Parco Regionale del Sirente Velino.

L’individuo, un esempalre adulto di circa due anni e mezzo al quale è stato dato il nome di “Vettore”, è stato catturato grazie alla partecipazione dello staff tecnico del Parco Nazionale dei Sibillini , coadiuvato dal personale del Coordinamento Territoriale del Corpo Forestale dello Stato  di Visso, dall’Asur di Camerino e dall’Università di Perugia.

L’evento riveste una notevole iportanza per il fatto che per la prima volta, un camoscio nalto nel Parco dei Sibillini viene traferito in natura nel territorio di un altro Parco.

Annunci

Pubblicato il 30 ottobre 2013, in Ambiente, Animali con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: